QI Clubbing, finalmente…

Barbara

L’occasione è imperdibile: i miei amati amici cremonesi in trasferta al QI di Erbusco. Mi inserisco prontamente nella loro chat in Whatsapp “non vi prometto niente, ma se mi sento io verrei con voi, che ne dite?”… Naturalmente seguono ovazioni di giubilo, i ragazzi non li vedo da un po’ di tempo.

Questo diversivo spezza un attimo una questione da paura riguardo all’arrivo al locale: 20.30 o 21.00? Vince la prima opzione anche se, fra ritardi, sbagli in autostrada e il pit stop per raccogliere la sottoscritta arriviamo ben oltre le nove (le vecchie abitudini sono dure a morire).

Parcheggiamo e, miracolo, troviamo posto davanti al locale. Alt un attimo con i salti di gioia, scopriamo subito che è a pagamento. Ma crepi l’avarizia, questi cinque euro li spendiamo volentieri (per la verità li ha spesi Lara, grazie!).

L’entrata è trionfale, preambolo di un locale dal sapore V.I.P. Ci sono infatti due porte: Patrizi e Plebei. Ok, noi siamo fra la plebe, mi va benissimo. Dopo aver pronunciato “Apriti sesamo” ci troviamo nel fantastico mondo del QI Clubbing, ambiente chiccosissimo con un’illuminazione suggestiva fatta di mille lucine che scendono da alberi intorno a quella che sembra un arena. E nel mezzo cosa vedo? un buffet incredibile.. e c’è anche pochissima gente che gli gira attorno. Ottimo. Vado al bar con Flavia a prendere il mio spritz Campari e sono pronta per la cena.

Per la verità, non mangiando carne, per me e Flavia è un po’ difficile la scelta (ci sono pezzetti di salame persino nel gatò di patate.. vabbè). Ma fra pizzette, melanzane alla parmigiana e formaggi vari, alla fine ci riteniamo soddisfatte. Quando poi arrivano i dolci l’estasi è completa, c’è di tutto: bignè ricoperti di cioccolato, panna cotta, tiramisù e una fantastica cheescake.

Nel frattempo la musica è strepitosa. In un crescendo di energia e ricordi il dj passa dagli anni 70, 80 e novanta fino alle hits dei giorni nostri. L’atmosfera è molto rilassata e raffinata. La gente affluisce e ai dolci siamo già un discreto numero. Alle 23 direi che siamo al completo, il buffet viene tolto e cominciano ad esibirsi le cubiste, gnocche da paura. Parte il canonico fumo ma non è fastidioso come al solito, sa di borotalco.

Per dovere di cronaca io e Flavia facciamo un giretto al bagno, è carino e curato, peccato che non ci sia la carta igienica. Errore madornale per il bagno delle donne.

L’arrivo della gente e il movimento in pista stempera il freddo iniziale. Nel vero senso della parola, abbiamo mangiato con i piumini addosso. Secondo Michele il QI stasera, a livello di affluenza, non è al top, ma a noi neofiti dell’esperianza sempra sufficientemente pieno.

Alle 24.10 strappiamo Michele da una galante conversazione con una ragazza (in altri termini: ce stava a provà) e ce ne andiamo.

Arrivo alla cassa ed assisto ad una scena vergognosa. Mi passa davanti una tipa (presumo Russa), molto appariscente che presenta a malo modo alla cassiera due biglietti verdi, chiedendo di pagare. “Per il tavolo deve pagare di la“, risponde gentilmente la ragazza dietro la cassa. Nel frattempo si rivolge a me per il pagamento. La tipa, verde dalla rabbia, inveisce con testuali parole.. “Io avere preso due Dom Pérignon e se voglio pagare qui lo posso fare. Lei faccia suo lavoro e chiami suo menager.. ADESSOOO“. Io non resisto e mi giro sprezzante dicendo “che maleducata“, non mi calcola neppure, forse sotto il metro e settanta neanche le vede le persone. Me ne vado mentre lei è ancora li a questionare.

Fuori dal locale la intravedo salire con un tipo sul Porsche Cayenne. Complimentoni davvero.
Signori si nasce ed io modestamente lo nacqui” (Totò).

Image and video hosting by TinyPic Ci piace:

  • Sorprendente scenografia
  • Buffet infinito
  • La musica
Image and video hosting by TinyPic Non ci piace:

  • Nel bagno delle donne non abbiamo trovato la carta igienica
  • Il freddo cane durante l’apericena
  • Certe frequentazioni V.I.P. dalla “sboronaggine” facile

QI Clubbing
Dove: Via delle Industrie 79, Erbusco
Quando: il ristorante e il Club sono aperti il  venerdì, sabato e la domenica
Info: Roberto al 320.05.66.704 oppure r.sottini@discotechebrescia.it
Alessandro al 349.46.25.654 oppure a.gavazzi@discotechebrescia.it

/ 156 Articles

Barbara

Sono cremonese ma adottata da un piccolo paese a sud di Brescia: Capriano del Colle. Il mio lavoro è incentrato interamente sulla comunicazione. Vivo di parole, mi nutro di pensieri. Dedico questo blog alla mia fan più sfegatata, l’antesignana del coordinato scarpa/borsa, la teorica del rossetto rosso in ogni occasione, perché so che anche da lassù fa il tifo per me… Nonna Lina, grazie per avermi reso la donna che sono...

Leave a Comment

Your email address will never be published or shared and required fields are marked with an asterisk (*).

Connect with Facebook