What’s up and what’s down

Barbara

Eccomi fresca di esperienza di un giorno di ritiro di meditazione.
Intendiamoci non è che ho meditato dalle 9 del mattino alle 5 del pomeriggio. Il nostro “guru” Kakuij ha incentrato la giornata soprattutto sulla spiegazione teorica e filosofica che sta alla base della meditazione, nozioni senza le quali la mera pratica sarebbe inutile.

Devo dire che tanti discorsi mi erano famigliari: dopo anni di onorata carriera alla ricerca del mio benessere psico-fisico qualche conoscenza l’ho assimilata.
Infatti nella teoria sono bravissima, ma poi nella sostanza sono un mezzo disastro.

Ma, aggiungo fiduciosa: .. fin ora. Già perchè nutro serie speranze sul percorso che sto intraprendendo.
Quali sono le differenze con tutto quanto fatto fin ora? Beh secondo me, per l’appunto, la pratica quotidiana, una certa disciplina nel modo di vivere, delle regole specifiche da seguire, sulla via della consapevolezza ed il benessere.

Non sarà per sempre: è come andare a scuola, quando si è imparato per bene tutto allora si potrà smettere di studiare, si è pronti alla Vita.

Il benessere e la felicità intesi da Kaku derivano dalla cura del proprio corpo, della propria mente e della propria anima. Questo vuol dire anche un certo tipo di alimentazione. Una cosa sulla quale non transige il nostro maestro? emmhh NIENTE ALCOOL…

Perfetto. Finito il corso ho guardato il mio fidanzato e ho pronunciato queste parole: “Ape a Desenzano?”, naturalmente è seguita una risposta affermativa.

Sono pronta a tutto, anche a levatacce alle 5 e mezza della mattina per meditare e fare yoga, ma non toglietemi lo Spritz Campari…

Gonna Stradivarius
La moda And Other Stories
carinaaaa…

Dal sito Storenvy
Image and video hosting by TinyPic What’s up:

  • And Other Stories a Milano. Il marchio chic di H&M sbarca nella capitale della moda. Il negozio, su quattro piani, è in corso Vittorio Emanuele, se per ora non riuscite a passare potete acquistare comodamente on line
  • Borse in fettuccia e in generale l’hand made. Non c’è niente di più rilassante e creativo di fare qualcosa con le proprie manine. Ho visto delle borse all’uncinetto davvero carine, soprattutto per l’estate, credo che con l’aiuto della suocera mi cimenterò
  • Nuotare con i delfini. Sono stata al Mar Rosso ed ho avuto la fortuna di fare questa esperienza, per me e Marco, amanti degli animali, è stato un momento indimenticabile
  • Pizzo Sangallo. Si, lo so, del pizzo ve ne avevo già parlato ampiamente, andava anche l’anno scorso. Vorrei ora aggiungere una specifica, puntate tutto sul Sangallo.
  • Fantasia africana. A volte ritornano, ebbene si, decori etnici in ogni declinazione possibile, soprattutto gonne e pantaloncini
  • Vivere Green. «Vivere Green. Il verde va di moda!» di Annalisa K. Varesi, edito da Hoepli, propone un’ecologia al femminile, concreta e semplice, per avvicinare ad uno stile di vita più sostenibile tutte quelle persone che, seppur attratte e interessate, si lasciano scoraggiare pensando che il “vivere a impatto zero” richieda modifiche drastiche al proprio stile di vita. Ogni capitolo regala informazioni, semplici spunti e consigli davvero per tutti.
  • Il sito Storenvy. Si trova di tutto e di più, dall’arredo casa, all’abbigliamento, agli accessori, al cibo e all’arte. Cose stranissime e particolari, genialate di cui non potrete più fare a meno (grazie per la info Armando)
Image and video hosting by TinyPic What’s down:

  • Non so voi ma io ultimamente non trovo più nulla per cui valga la pena di spendere da H&M, eppure mi ci metto d’impegno, entro nello store seriamente motivata all’acquisto. Niente, tutto finito, passato l’innamoramento (specifico: dopo anni di intensa relazione)
  • Finito l’inverno (o almeno così dovrebbe essere stando al calendario), sono stufa marcia di attività come: leggere, film alla tv, overdose di pc e social network. Ho voglia di: passeggiate all’aria aperta, giro in città con pit-stop/chiacchiera con i conoscenti che incrocio, aperitivo al lago, attività fisiche e manuali. Insomma il cervello lo vorrei un attimo mettere a riposo
  • Bambini egiziani che pescano i pesci colorati per venderli ai turisti. O meglio: sono peggio i turisti che alimentano questa cosa comprandoli. Questi animali stanno benissimo li, accanto alla loro barriera corallina, in attesa di sub e amanti dello snorkeling pronti ad ammirarli con rispetto
  • Ho intravisto qualcosina profilato di fluo. Oh, non scherziamo, basta.. finito
  • Non amo il total look etnico. Pesantissimo da portare, limitatevi ad un accessorio “forte”
  • Gonna assimmetrica. Vale a dire corta davanti e lunga dietro. Come dissi la scorsa stagione: è difficilissima da portare perchè sta bene a poche. Per chi si cimentasse quest’anno c’è l’aggravante che ormai non è più una novità, anzi è tristemente passata di moda
Too much…

/ 156 Articles

Barbara

Sono cremonese ma adottata da un piccolo paese a sud di Brescia: Capriano del Colle. Il mio lavoro è incentrato interamente sulla comunicazione. Vivo di parole, mi nutro di pensieri. Dedico questo blog alla mia fan più sfegatata, l’antesignana del coordinato scarpa/borsa, la teorica del rossetto rosso in ogni occasione, perché so che anche da lassù fa il tifo per me… Nonna Lina, grazie per avermi reso la donna che sono...

Leave a Comment

Your email address will never be published or shared and required fields are marked with an asterisk (*).

Connect with Facebook