Pelle d’Inkiostro

Barbara

Tagged:

hIl problema non era certo una bazzecola, anzi.

Il benedetto tatuaggio alla caviglia non mi ha mai convito davvero.
Quanti passaggi fatti? almeno tre.. Da quel primo informe sghiribizzo nero, diventato molto sbiadito, al rifacimento a Cremona (da Bonnie e Clyde), prima in blu, poi ripassato in rosa ciclamino.

k

Ma il colore si è scurito, le linee non erano precise..insomma,  un mezzo disastro.
Quando il fidanzato mi ha parlato di un nuovo centro di tatuatori a Fenili Belasi (a due chilometri da casa) mi si sono illuminati gli occhi, tempo due giorni ed ero già da loro per fissare un appuntamento.

nn

Mi ha accolto Marco, mente vulcanica del gruppo, gli ho spiegato il lavoro da fare, lui ha fatto delle foto, mi ha spiegato in maniera molto professionale che non sarebbe stata una passeggiata.. ma ce l’avremmo fatta. Ok amico, mi fido di te, fissiamo l’appuntamento!

Arriva il D-Day…
Confesso che, nonostante i numerosi tatuaggi fatti, non sono tranquillissima.
Entro in negozio con 10 minuti di ritardo e, sorpresa.. Marco non c’è.
Si occupa di me Giordano che esordisce con “Ah, tu sei quella del dragone?”..
.. Oddio, un dragone? ma nooo.. e allora vai di “spiega” un’altra volta.

Anche per il mio nuovo punto di riferimento mi confessa che l’impresa non è da poco.
Ok, ma non infieriamo sul cadavere!.

foto

Finalmente mi sistemo sul lettino, Giordano scruta attentamente la situazione, medita in cerca dell’ispirazione divina, la trova e, dopo aver sistemato le attrezzature, parte in quarta.

Io pensavo di cavarmela con poco, in realtà ci sono volute due ore abbondanti.
Nel frattempo, come sempre mi accade, entro in confidenza con l’artista che dipinge in maniera indelebile il mio corpo.

Mi parla di questa nuova avventura lavorativa: sono in 4 soci, il centro è nato ad aprile ma il lavoro non manca. Percepisco che sono tutti molto affiatati (ad ogni spostamento passano da Giordano a fare un salutino, ho contato almeno 5/6 passaggi). Sono molto diversi fra loro, questo è un bene dato che ognuno ha il suo stile preciso.

Lo studio è davvero bello, grande e pulito (questo dovrebbe essere scontato, direte voi, ma non è sempre così, credetemi), sulle pareti bianche spiccano grandi disegni che rappresentano il loro lavoro.

l
Il dolcissimo Giordano

Oltre a queste info generali ho avuto il piacere e la fortuna di conoscere un po’ meglio Giordano, persona schiva ed estremamente sensibile, artista a 360° (dipinge, scrive, suona.. dice che gli manca solo il ballo e poi è a posto), con una vita intensissima alle spalle.

Chi l’avrebbe mai detto che questo ragazzo, tutto tatuato e con un lavoro simile, un tempo sia stato in convento? incredibile vero? in realtà se smettessimo di ragionare per compartimenti stagni ci accorgeremmo di quante infinite realtà possibili ci sono a questo mondo, quante bellissime sfumature ci sono da cogliere.

Giordano finisce il suo lavoro, lo guardo ammirata, quasi commossa.. E’ esattamente quello che volevo, finalmente questo tatuaggio è in sintonia con me.

l’esperienza di un tatoo va molto oltre la semplice incisione di uno strato del derma, è un contatto più profondo.. e se si ha la fortuna, come me, di incontrare la persona giusta, il risultato non può che essere perfetto.

o

Pelle d’Inkiostro
Dove: Via Trento, Fenili Belasi
Quando: dal lunedì al sabato 10-12/14-19
info: 329 4160804

/ 156 Articles

Barbara

Sono cremonese ma adottata da un piccolo paese a sud di Brescia: Capriano del Colle. Il mio lavoro è incentrato interamente sulla comunicazione. Vivo di parole, mi nutro di pensieri. Dedico questo blog alla mia fan più sfegatata, l’antesignana del coordinato scarpa/borsa, la teorica del rossetto rosso in ogni occasione, perché so che anche da lassù fa il tifo per me… Nonna Lina, grazie per avermi reso la donna che sono...

One Comment

  1. Salvatore Gadeschi

    Veramente bravi

    Reply

Leave a Comment

Your email address will never be published or shared and required fields are marked with an asterisk (*).

Connect with Facebook