Gilberto Gil al Grande di Brescia

Flavia

Un mese di anticipo per l’acquisto dei biglietti, un mese di attesa per il grande Gilberto Gil. E finalmente il grande giorno arriva.

Dopo il lavoro vado direttamente in città, ospite a casa della Betta. Ceniamo, ci mettiamo un rossetto rosso brillante sulle labbra: andiamo pur sempre al Grande, il principale teatro di Brescia.

teatro grande brescia locandina

L’appuntamento è di fronte al teatro, in corso Zanardelli, con altre due amiche della Betta (Pia & cousine). I cartelloni “Gilberto Gil – Solo acustico” ci invitano ad entrare. I nostri posti sono in platea, ci sono molti italiani ma anche tantissimi brasiliani venuti a Brescia per l’unica data italiana del grande cantautore brasiliano. La sua è una carriera eccezionale: ha ottenuto dodici dischi d’oro, cinque dischi di platino, due “Grammy Award”, due “Latin Grammy Award” e i suoi album hanno venduto più di cinque milioni di copie.

Gilberto Gil, 71 anni, ex ministro della cultura durante il governo Lula, compare sul palco accompagnato da un lungo applauso. Si presenta al suo pubblico con Eu vim de Bahia, siamo tutti in visibilio. E’ un chitarrista eccezionale, incredibilmente autodidatta.

gilberto a brescia

Prosegue poi con una canzone d’amore, Flora, che dedica alla moglie, e con Esotérico. Tra interpretazione di canzoni di altri artisti (fra cui Bob Marley e Luigi Tenco) e canzoni proprie l’ora e mezza di concerto vola via in un attimo.

Gli applausi scrosciano e Gilberto esce altre due volte per regalarci ancora qualche minuto di emozione.

Il concerto si chiude con l’interpretazione di Imagine, Gilberto si alza, piccolo grande uomo, eternamente giovane.

Torno a Cremona felice di poter dire “Io c’ero”.

grande
Teatro Il Grande a Brescia

/ 12 Articles

Flavia

Leave a Comment

Your email address will never be published or shared and required fields are marked with an asterisk (*).

Connect with Facebook